Festa di San Valentino tra storia e 

La Festa degli Innnamorati è nata nell’antichità e proprio in Italia. La ricorrenza di San Valentino, infatti, ha sostituito in epoca cristiana i lupercalia romani, celebrati il 14 e il 15 febbraio. Si trattava di riti dedicati alla fertilità e non all’amore romantico, e così nel 496 Papa Gelasio I, giudicandoli licenziosi, dedicò il 14 febbraio al culto del santo e martire Valentino, vescovo di Terni. Ma l’associazione di San Valentino con l’amore romantico sì è rafforzata con lo scorrere dei secoli. Nel 1400, proprio il giorno del 14 febbraio – anniversario del martirio di Valentino – a Parigi, fu fondato “L’Alto Tribunale dell’Amore”, istituzione ispirata ai principi dell’amor cortese, con lo scopo di decidere su controversie legate appunto ai contratti d’amore.

SCOPRI LA SELEZIONE

 REGALI
 PER LEI E LUI 

Festa di San Valentino: da dove nasce?

Le origini di questa ricorrenza risalgono al paganesimo degli antichi romani, alle leggende cinesi, ai riti tribali dei popoli africani. E proprio in Italia. La ricorrenza di San Valentino, infatti, ha sostituito in epoca cristiana i lupercalia romani, celebrati il 14 e il 15 febbraio. Si trattava di riti dedicati alla fertilità e non all’amore romantico, e così nel 496 Papa Gelasio I, giudicandoli licenziosi, dedicò il 14 febbraio al culto del santo e martire Valentino, vescovo di Terni, con lo scopo evidente di cristianizzare la festività romana. Ma l’associazione di San Valentino con l’amore romantico sì è rafforzata con lo scorrere dei secoli. Per esempio, nel 1400, proprio il giorno del 14 febbraio anniversario del martirio di Valentino

SCOPRI LA SELEZIONE

 REGALI
 PER LEI E LUI